...Che INIZIATIVE c"avé?

gaza_black_ribbon

Basta! Parlamento pulito

venerdì 11 luglio 2008

Ti accorgi di essere di Senigallia quando...

Non è assolutamente farina dei nostri sacchi.... ma è tutta roba vera! (Il post originale è su Th3Blog)

  • Passi davanti al Mariachi e ti viene da piangere
  • Passi il venerdì e il sabato sera invernali e e autunnali in Piazza del Duca anche sotto la pioggia
  • Adori l'odore del porto
  • Provi un senso di fraternità quando senti parlare i vecchi in senigalliese
  • Hai detto almeno una volta “'ndamo alla buga”
  • Pensi che la buga non sia mai chiusa, perchè non l'hai mai vista chiusa
  • Pensi che rubare una bicicletta non sia un furto ma un noleggio a tempo indeterminato
  • Hai il senso civico di lasciare le biciclette noleggiate in fondo al Misa o alla Stazione
  • Sai che via Carducci è un luogo sicuro perchè è il più sorvegliato dalla polizia ma non ci andresti mai comunque
  • Ti rompi i coglioni della fiera prima che arrivi ma ci vai comunque almeno due volte
  • Capisci il senigalliese ma non lo sai parlare
  • Sai che c'è la nebbia perchè senti il faro
  • Dopo anni di conversazioni ancora non capisci dove sono “in cima al corso” e “in fondo al corso”
  • Chiedi l'indipendenza da Marzocca
  • Vai a fare pratica per la patente a Cesanella in zona industriale
  • Usi bestemmie al posto di virgole
  • L'unica parolaccia che conosci è “testa de cazz'”
  • Sai perfettamente la biografia di Pantera e dove si trova attualmente
  • Voti sinistra a prescindere dai candidati e dal programma presentato
  • Pensi che Furcinon sia l'unico macellaio di Seinigallia
  • Per te l'Ipercoop è il Continente e l'Oviesse è la Standa
  • Quando incontri un ragazzo di Perugia al mare gli chiedi: “Magnato bumbulò?”
  • Continui da decenni a fare le cozze anche se sai che ci sono migliaia di euro di multa
  • Odi i milanesi con la terza casa a Senigallia che la usano 5 giorni l'anno quando tu non riesci a comprarne una
  • Prendi per il culo i Milanesi perchè ancora non han capito che Senigallia non c'entra un cazzo con la fiera di Senigallia a Milano
  • Hai fatto almeno una stagione come barista/cameriere/bagnino (logicamente in nero) (logicamente da Bano)
  • Entri da Bano solo per cene di classe o d'Istituto perchè sai cosa avviene nelle cucine
    Non hai mai visitato la Rocca
  • Puoi ammettere con fierezza che almeno un millimetro del pavè del corso l'hai consumato tu quando avevi 12-15 anni
  • Odi i sampietrini
  • Consideri l'Angeloni tua madre e Ceresoni tuo fratello visto che stanno in Comune da quando avevi 5 anni,
  • Almeno una volta hai volontariamente/involontariamente ucciso un piccione
  • Nonostante quella di Mancinelli sia la pizza più unta, continui a reputarla la migliore
  • Conosci più parole di tedesco che di inglese
  • Soffri nel vedere lettini/asciugamani perpendicolari alla direzione del sole (sti jesini..)
  • Hai trombato almeno una volta in spiaggia
  • D'estate senti di appartenere ad una minoranza etnica
  • Se un turista ti chiede dov'è il Foro Annonario rispondi “Provi a chiedere a qualcuno là in piazza delle erbe...”
  • Sei entrato decine di volte alla Rotonda quando era chiusa, ma non ci hai più messo piede da quando l'hanno inaugurata
  • Hai rischiato almeno una volta di tirare sotto con la macchina Guenci
Ideata da Brile ad ampliata e rielaborata da Mallu
Liberamente ispirata dalla catena di Sant'Antonio "Ti accorgi di essere anconetano quando.."

14 commenti:

Andrea ha detto...

Ma possibile che non sappiate parlare (né scrivere) il dialetto senigalliese?
Il senigalliese non è l'anconetano!

lucacecco ha detto...

...infatti quel punto lì (personalmente) lo metto abbastanza in discussione...

n's' pòl dì ch' so 'na cima, ma qualcò d'arciap.lat' 'l so dì!!

:-)

Chiara ha detto...

io personalmente ho un'opinione molto precisa su dove sono “in cima al corso” e “in fondo al corso”...il problema semmai è la libertà d'opinione

Vale ha detto...

"magnat' 'l bombulon?"

quilly ha detto...

Ti accorgi di essere di Senigallia quando dopo essere stato una settimana alle Maldive bestemmi perchè devi tornare a casa ma t'metti a piagn'da la cumuzion' quant vedi l'camin del ciment, Porta Fan, l'port
e guardi l'tramont dal pont del cors!

quilly ha detto...

Ti accorgi di essere di Senigallia quando dai a Devercellis un appuntamento in Piazza Simoncelli e lui pur abitando a Senigallia da anni a cento metri da Piazza Simoncelli non sa dove sia Piazza Simoncelli......

quilly ha detto...

Ti accorgi di essere di Senigallia quando partendo per il Primo Critical Mass arrivi dalle parti della pesa e la città silenziosa si spiega davanti alle duecento ruote di bicicletta tue e dei tuoi cento compagni di viaggio, in quel momento ti un nodo ti stringe la gola e pensi "che cul'....so d'snigaja!"

quilly ha detto...

Ti accorgi di essere di Senigallia quando.....vorresti far diventare Guenci un tuttuno con l'asfalto perchè coi suoi pattini supera il tuo
Si Piaggio Bianco avorio e i tuoi amici ti prendono per il culo per tutta l'estate ai Bagni ......avete capito quali bagni.......

lucacecco ha detto...

chi ha sciolto quilly???

no, non per rimproverarlo... volevo dirgli bravo! :-)

Marco ha detto...

aggiungerei...
anche se muori di sete, hai dei miraggi in cui vedi cascate di acqua purissima, non pensi di sopravvivere neanche un altro minuto senza bere, non compreresti MAI qualcosa da bere al BAR CESARE

Marco ha detto...

aggiungerei...
per te i foghi eran più bej l'ann' scors'

Anonimo ha detto...

Peccato: stavolta rideranno i milanesi. Perchà la "Fiera di Senigallia" era la Fiera del Levante; la più importante del Mediterraneo che si è tenuta a Senigallia per secoli prima che Mussolini la facesse trasferire a Bari...
Da qui il nome dato al celebre mercatino milanese che, quindi c'entra - eccome! - con la città.

Senza rancore, da un senigalliese/milanese di vecchia data
Francesco Marcheselli

livio ha detto...

El senigajese nun tsarà aconetano prò i sumeia,la defarentza piò grosa me pare ca staga en certe p'role ca en senigajese nun feniscene es:stag(stago en ancunetà)fiol(fiolo)e cusì via.L'acento po ma pare el steso.Entsoma cus'é ca ve spigne a dé :nun n'é ancunetano?Parché fortse scoré en Tsenigajese e scrivé en ancunetà?Scolté la feseria ca dighene i 'sperti é:la tsona galica sa 'ntronpe a Senigaja ,par sta storia de ste p'role ca nun feniscene co la vucale;ma se ce le metemo ese ene paro ,'guali.No ve rabì é tsolo par ragionà.Se pò vulé fa òn cunfronto de p'role o frasi senigajesi-ancunetane scrivele ca po el femi.

Anonimo ha detto...

l'altr'ann = lo scorso anno
n'altr'ann = il prossimo anno